Roberto Roggero, giornalista, è il nuovo Vicedirettore di ‘Storia Verità’. La Redazione e il Comitato Scientifico gli augurano buon lavoro.

Roberto Roggero.

Carissimi lettori, amici e colleghi, accolgo con piacere l’incarico di vicedirettore di “StoriaVerità”, sottolineando ancora una volta il piacere di farlo per passione personale e professionale, dedizione e per la ricerca, l’analisi storiografica, la divulgazione e l’obiettività, dovuta alla Storia in tutte le sue forme e aspetti, che poi sono i principi sui quali si basa l’attività della Redazione, del Comitato Scientifico e dei collaboratori di questa prestigiosa rivista, nata cartacea e oggi ancora presente dopo anni, nonostante le vicissitudini, potremmo dire le disavventure, che il panorama internazionale ci presenta. In ogni caso, se si continua, il fondamentale concetto di chi svolge questo lavoro con passione e secondo certe regole, anche e soprattutto non scritte, è che ne vale la pena. 

“StoriaVerità”, nata cartacea oltre vent’anni fa, oggi si è trasferita sul web, dove ha oltrepassato, dopo altri anni di attività, la soglia dei due milioni di lettori. Una strada in salita nella maggior parte dei casi, vista la scelta redazionale di mantenere il fondamentale principio della obiettività e del revisionismo, accogliendo opinioni, articoli, saggi e interventi di autori dalle più diverse provenienze ideologiche e personali, colmando un innegabile vuoto con la libertà di espressione, e secondo il concetto che “la Storia non la scrive sempre solo chi vince”. La stessa filosofia che anima l’attività dei diversi enti, fondazioni e associazioni, fra cui è da ricordare Domus Cultura di Genova. 

A tale scopo, e per onestà e trasparenza, vorrei spiegare perché il mio account fu FB risponde al nome di Lorenzo Utile e non di Roberto Roggero: con il nome e cognome originale, sono stato espulso a vita in quanto amministratore di una pagina (“No Man’s Land – Notizie in prima linea”) allestita con amici, colleghi e contatti vari nel corso di anni, e sulla quale venivano pubblicate notizie e immagini senza filtro e senza censura, da diverse zone di crisi del mondo. Ho quindi dovuto rifare una nuova pagina usando lo pseudonimo con cui firmo certi articoli, perché Roberto Roggero non ha più possibilità di accesso. 

Concludo, invitando a partecipare alla divulgazione della verità storica chiunque voglia evidenziare una traccia, un suggerimento, che possa dare avvio a una ricerca storiografica, o a collaborare con un testo, che dovrà essere inviato alla Redazione, il cui indirizzo è rintracciabile sulla pagina ufficiale del sito “storiaverita.org”, alla voce “collabora con noi (dove sono elencati i dettagli richiesti), che lo sottoporrà all’esame del Comitato Scientifico, nonché alla direzione (albertorosselli1955@gmail.com) e, dal 1° gennaio 2022, anche alla vicedirezione, all’indirizzo email rroggero@hotmail.com. E’ a questo punto necessario che, entrando “nel ruolo”, sottolinei alcuni requisiti che i testi pervenuti dovranno rispettare con attenzione… 

Il testo (preferibilmente relativo ad aspetti poco noti della storiografia, coni d’ombra o conseguenze sconosciute di avvenimenti di maggiore respiro) dovrà essere scritto in carattere Garamond; titolo Bold, grandezza 16; sommario Bold, grandezza 14; testo Garamond grandezza 14. Si raccomanda di annotare, fra parentesi, le date di nascita e morte dei personaggi principali citati, allo scopo di contestualizzare l’argomento in discussione, ed è soprattutto fondamentale una bibliografia in riferimento a quanto sopra e almeno due immagini ad alta definizione. 

Ringrazio per la fiducia concessami.

Roberto Roggero

Be the first to comment

Leave a Reply